Info A A

GoProFor LIFE

Il Progetto GoProFor LIFE ha lo scopo di individuare e diffondere strumenti di gestione forestale atti ad aumentare gli usi compatibili alle tematiche di conservazione all’interno della Rete Natura 2000. Tali strumenti deriveranno prevalentemente da buone pratiche ricavate dall’esperienza venticinquennale del Programma LIFE e dei progetti di interesse forestale da esso cofinanziati.

Il Progetto intende incentivare lo scambio di esperienze e di buone pratiche per la gestione della biodiversità degli habitat forestali nella rete Natura 2000, con l’obiettivo di aumentare il livello di consapevolezza sia da parte dei gestori istituzionali di queste aree, sia da parte di tutti gli operatori che esercitano con le loro attività un’influenza sulla conservazione di habitat e specie.

Scopri di più...

LIFE ESC 360

L'obiettivo del progetto Life ESC 360 è quello di offrire a 360 giovani volontari iscritti al Corpo Europeo di Solidarietà, la possibilità di fare esperienza nella conservazione della natura attraverso attività di monitoraggio di specie protette all’interno di Riserve Statali in Italia, fondamentale per una gestione mirata delle stesse.

I dati raccolti dai volontari, rappresentano un incremento di conoscenza sulla presenza e sull’andamento delle popolazioni di specie di interesse comunitario, anche per le finalità del rapporto tecnico previsto dall’articolo 17 della Direttiva Habitat sul loro stato di conservazione. I volontari opportunatamente formati, applicheranno protocolli standard per il monitoraggio di numerose specie di invertebrati, anfibi, uccelli, mammiferi di interesse comunitario specie e habitat di in prevalenza forestali.

Scopri di più....

SEA FOREST LIFE

Il "Blue Carbon" - carbonio blu - è il carbonio immagazzinato dagli ecosistemi marini costieri, come i mangrovieti e le foreste di fanerogame marine, come le praterie di Posidonia oceanica. Questi ecosistemi stoccano molto più carbonio di quelli terrestri, per questo viene attribuito loro un importante ruolo nella mitigazione dei cambiamenti climatici. Negli ultimi decenni le praterie di Posidonia hanno subìto una regressione considerevole, in alcuni casi pari al 90% della loro estensione originaria.

Il progetto SEA FOREST LIFE ha l’obiettivo di ripristinare gli habitat delle praterie di Posidonia oceanica presenti in alcune aree marine protette italiane, attraverso azioni di riduzione del loro degrado (il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, il Parco Nazionale dell'Asinara e il Parco Nazionale dell'arcipelago di La Maddalena), contrastare le attività che danneggiano i posidonieti attraverso la predisposizione di un Piano di gestione degli ancoraggi e degli ormeggi, la gestione sostenibile della Posidonia spiaggiata, sviluppo di un mercato dei crediti di carbonio.

Scopri di più....

LIFE GRANATHA

Il progetto LIFE GRANATHA è finalizzato al miglioramento dello stato di conservazione delle popolazioni di alcune specie di uccelli inserite nell’Allegato I della DC 2009/147/CEE legate agli habitat di brughiera montana (habitat 4030 “Lande secche europee” con abbondante presenza di E. scoparia) presenti nella ZPS “Pascoli e cespuglieti montani del Pratomagno”.

L'obiettivo è quello di arrestare, ma soprattutto invertire, la tendenza all’evoluzione e alla trasformazione degli ambienti di brughiera, attraverso il ripristino della loro funzionalità ecologica (sostanzialmente con la rimozione degli alberi e degli arbusti di invasione) e soprattutto creando le condizioni per l’avvio di una filiera locale che attraverso l’utilizzo dell’Erica scoparia possa garantire, con la produzione e la commercializzazione di scope e altri utensili, una loro gestione continua e duratura.

Scopri di più....

LIFE AFORCLIMATE

Il progetto LIFE AForClimate mira a fornire soluzioni concrete per realizzare una selvicoltura e una pianificazione forestale efficaci nell’adattamento ai cambiamenti climatici; esso ha come obiettivo l’adattare la gestione delle foreste di faggio (Fagus sylvatica) alla variabilità del clima e dei suoi cambiamenti tramite una selvicoltura efficiente, programmata sulla base dei cicli climatici.

Specificatamente, AForClimate intende migliorare la base di conoscenze utile allo sviluppo di azioni adattative tramite la creazione di un modello previsionale che includa i cambiamenti climatici e la loro variabilità considerata ad elevato dettaglio geografico, necessaria per la realizzazione di calendari di interventi e pratiche selvicolturali sostenibili.

LIFE WetFlyAmphibia

Il progetto LIFE WetFlyAmphibia (Conservazione di anfibi e farfalle di aree umide e loro habitat nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi) è finalizzato al miglioramento dello stato di conservazione delle popolazioni di anfibi e farfalle presenti negli habitat di aree aperte umide nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.

Il progetto propone di svolgere una serie di azioni di conservazione necessarie per arrestare le minacce per le popolazioni di interesse di anfibi e farfalle di aree aperte umide, attraverso il rafforzamento delle popolazioni ed il ripristino di ambienti umidi che si sono nel tempo fortemente ridotti causando indirettamente la riduzione delle specie collegate, mediante la realizzazione fisica di aree umide ed il ripristino vegetazionale dell'habitat 6430 (Bordure planiziali, montane e alpine di megaforbie idrofile).

Scopri di più....

LIFE Xero-grazing

Il progetto LIFE Xero-grazing (Conservazione e recupero delle praterie xero-termiche della Valle di Susa mediante la gestione pastorale) è finalizzato alla conservazione e al recupero dell'habitat prioritario, Praterie seminaturali xero-termiche ricche di orchidee (6210*), nell’ambito di un comprensorio pastorale rappresentativo del SIC IT1110030 “Oasi xerotermiche della Valle di Susa-Orrido di Chianocco e Foresto”, oggi colpito da variazioni della composizione floristica e progressiva invasione di alberi e arbusti a causa dall'assenza di utilizzazioni da decenni.

Il progetto intende definire tecnicamente e realizzare gli interventi necessari alla conservazione e al recupero di porzioni significative dell’habitat, anche al fine di consentire all’Ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozie di avviare una gestione sostenibile di lungo periodo dello stesso, derivandone linee guida esportabili e applicabili in altre aree delle rete Natura 2000.

LIFE RESILFORMED

Il progetto LIFE RESILFORMED (RESILienza al cambiamento climatico nelle FOReste MEDiterranee) ha come obiettivo generale quello di preservare i sistemi forestali in ambiente mediterraneo dai rischi derivanti dai cambiamenti climatici, tramite processi di naturalizzazione, aumento di biodiversità e migliorata reattività, nei processi di recupero, in seguito ad eventi destabilizzanti.

Obiettivo specifico  è quello  di implementare una politica forestale regionale in grado di aumentare la capacità di resilienza delle foreste siciliane, migliorandone l'efficienza ecosistemica e favorendo la salvaguardia della biodiversità

LIFE CARABUS

Il Carabus olympiae, specie steno-endemica della Val Sessera, vive in un'area molto ristretta all'interno di habitat forestali. Nell'ultimo secolo questa specie è stata minacciata di estinzione per collezionismo, ma grazie alle caratteristiche dell'habitat in cui vive, in grado di assicurare rifugio e alimentazione, questo insetto è riuscito a superare le fasi di regressione della popolazione.

Il progetto mira a ridurre la minaccia di estinzione della specie Carabus olymipiae individuando un obbiettivo specifico nella costituzione di un modello di gestione forestale mirato al restauro di habitat e all’ottenimento di risorse economiche al servizio della conservazione della specie e attraverso la sensibilizzazione verso i fruitori della specie.

LIFE RESILFOR

L'abete bianco, conifera che ha visto una significativa espansione nel periodo successivo all'ultima glaciazione, si è trovato in epoca recente ad una sempre maggiore regressione del proprio areale per fattori diversi tra i quali l'intervento selettivo operato dall'uomo e la riduzione dell'umidità atmosferica.

Il progetto LIFE+ Resilfor vuole aprire la strada ad un'azione finalizzata ad individuare misure di mitigazione o ad individuare i territori di ridiffusione in modo da avviare un programma di salvaguardia di questa specie e degli habitat d'interesse europeo che sono ad essa connessi.

LIFE PProSpoT

Il progetto LIFE+ PProSpoT mira ad introdurre in Italia, in particolare in Toscana, la tecnica della selvicoltura d’albero applicata alla gestione e alla conservazione delle specie arboree sporadiche in bosco.

La valorizzazione, anche economica, di queste specie rare e talvolta minacciate, è proposta per aumentare la biodiversità, la stabilità ecologica e il valore dei boschi attraverso una tecnica innovativa, integrabile con quelle tradizionali, che può essere facilmente diffusa in altre regioni d’Italia e d’Europa.

LIFE Pigelleto

Il Pigelleto, foresta dei rilievi della regione del Monte Amiata (SI) ha un’elevata importanza naturalistica in quanto è in gran parte occupato da ecosistemi forestali continui, maturi e di elevata caratterizzazione ecologica. Uno degli aspetti di maggiore rilievo è la presenza di popolamenti di faggio con abete bianco di origine autoctona

tutelare l’integrità genetica della popolazione autoctona di abete bianco all’interno di boschi a dominanza di faggio con Abies alba degli Appennini, aumentare la diffusione del taxus baccata nei Boschi a dominanza di faggio e/o querce degli Appennini con Ilex e Taxus, tutelare la presenza della salamadrina terdigitata e aumentarne la diffusione.